Casa sul Lago Maggiore

Gerra (Gambarogno), 2017-2020

Il progetto affronta il tema della lacuna urbana, o Baulücke, e consiste nella ricostruzione di un piccola casa unifamiliare situata tra due edifici contigui. Si tratta di un edificio completamente nuovo che sostituisce una preesistenza di cui conserva solo i muri laterali, in comune con le case adiacenti. Il fronte lago è stato ridisegnato con finestre piccole a piano terra, che evocano le preesistenti, e aperture più ampie nei piani superiori, composte in modo libero. Il nuovo tetto in pietra, che sostituisce le tegole rosse, e i muri in rasapietra riprendono le tipologie originariamente presenti nel contesto. All’interno i muri in rasapietra sono lasciati a vista, così come il nuovo blocco scala-camini in calcestruzzo autocompattante, con cemento bianco. Le componenti in legno (soletta e pavimento del soggiorno, arredi, porte) sono di castagno, e citano il materiale già utilizzato nel sito. I serramenti sono in ferro tinteggiato. Nei bagni, pavimenti e pareti presentano una finitura in in malta impermeabile. La quota del piano terra è più bassa rispetto al cortile e talvolta il lago esonda, perciò il pavimento è in calcestruzzo lisciato e i mobili e la cucina, in lamiera naturale, sono sospesi. Tra i livelli di soggiorno e cucina sono presenti due lucernari.

Piano terra I Piano primo I Piano sottotetto I Sezione trasversale I Sezione longitudinale I Prospetto nord I Prospetto sud

/